UNIONCAMERE - Legalità economica per le scuole

·        Il coordinamento nazionale ed inter istituzionale volto a coordinare e valorizzare i programmi formativi delle Camere di commercio all’interno delle strategie nazionali, curandone la loro rispondenza ai contenuti del processo di riforma della scuola. A Tale fine è stata avviata un’attività di collaborazione inter istituzionale con il MIUR e altre 14 istituzioni che ha visto la sua formalizzazione nella sottoscrizione della Carta d’intenti “L’EDUCAZIONE ECONOMICA COME ELEMENTO DI SVILUPPO E CRESCITA SOCIALE”.  

Lo sviluppo di linee di azioni per l’educazione alla legalità economica direttamente realizzati  dall’Unioncamere per fornire alle Camere di commercio dei prodotti e dei contenuti utilizzabili nei corsi di formazione. Come nel caso dei prodotti realizzati con Infocamere sulla trasparenza e la conoscenza del mercato e delle imprese dei programmi per le scuole realizzati con le istituzioni firmatari della Carta d’intenti.

La diffusione presso le scuole dell’offerta formativa delle Camere di commercio. La diffusione formale del ruolo delle Camere e della loro area di attività è garantita direttamente dal MIUR attraverso l’invio di una circolare annuale a tutti gli istituti scolastici d’Italia.

La raccolta e la valorizzazione delle esperienze  maturate dalle Camere di commercio nella loro attività rivolta alle scuole. Attività che è consultabile accedendo alla “banca delle esperienze”.

I programmi formativi svolti dalle Camere di commercio in materia di educazione alla legalità economica  rispondono quindi pienamente a quanto indicato dalla legge di riforma del sistema nazionale di istruzione (legge 13 luglio 2015, n. 107), la stessa che istituisce il Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro.

In tale contesto ogni Camera di commercio sviluppa, in base alla propria lettura delle esigenze del territorio, specifici programmi formativi che sono comunque inscrivibili in tre aree che hanno come fattore comune quanto previsto dall’articolo 1 della citata legge 107, ossia lo sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza e al rispetto della legalità, oltre che al potenziamento delle conoscenze in materia economica e di educazione all’autoimprenditorialità.

1.     La trasparenza e la conoscenza del mercato e delle imprese

E’ un programma di azioni formative volte a consentire la conoscenza degli strumenti e delle modalità per accedere digitalmente alle informazioni sul mondo delle imprese. Informazioni che sono contenute all’interno del Registro delle Imprese: l’anagrafe economica e strumento di trasparenza e pubblicità legale gestito dalle Camere di commercio che contiene le informazioni ufficiali su tutte le aziende italiane.

2.      L’autoimprenditorialità

E’ un programma di azioni formative funzionali a sostenere l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità, attraverso attività mirate di formazione e accompagnamento all’avvio d’impresa; viene dato spazio in particolare ai processi di legalità che tutelano l’ambiente e i consumatori. Le azioni di formazione volte allo sviluppo delle capacità imprenditoriali sono accompagnate alla messa a disposizione di strumenti e banche dati curate dalla Pubblica Amministrazione.

3.     La cooperazione e l’impresa sociale

È un programma volto alla conoscenza delle opportunità e il funzionamento dell’impresa sociale anche in funzione della gestione delle aziende confiscate alle mafie.

In particolare viene approfondito:

          il progetto imprenditoriale (dalla redazione del piano d’impresa alle azioni di marketing);

          le modalità di sviluppo del progetto imprenditoriale (dalla contabilità alla scelta della forma societaria).

Trasversale è la focalizzazione sul tema del riutilizzo dei beni e delle aziende confiscate come esempio di una modalità di sviluppo economico, che metta al centro il territorio e il capitale sociale, e di sviluppo delle competenze imprenditoriali in un’ottica di etica e giustizia sociale.

Filmato guida per iscrizione Registro Imprese

Circolare MIUR_ Scheda Unioncamere

Carta d'Intenti MIUR_UC

Registro Imprese slides

Programma €conomics_3_dicembre_2015 

CCIAA Reggio Calabria - La Rete per la Legalità 2016: un percorso virtuoso.

Si tratta di progetto, promosso dall'Ente camerale in continuità con la precedente edizione, che ha coinvolto 13 associazioni, 21 istituti scolastici, 1 facoltà universitaria e oltre 3.500 studenti in un ricco programma di attività che si è concretizzato in 46 incontri formativi, 20 laboratori didattici, 21 eventi divulgativi, 2 concorsi e 7 visite guidate per scoprire da vicino come vengono riutilizzati i beni confiscati alle mafie.

Nell'apposita sezione sono visualizzabili i dettagli sulle iniziative realizzate, i materiali prodotti, le rassegne stampa, i video e le fotografie.  Un racconto fatto di immagini, testi e video,  che descrive il percorso e l'impegno di tutte le istituzioni e le persone coinvolte, compreso l'evento finale del 26 maggio 2016 durante il quale le associazioni hanno narrato esperienze e risultati.

 Il Progetto

La Rete della legalità

Racconto edizione 2016 

 

CCIAA Milano - Formaper - Corsi: scuola, legalità, imprenditorialità

Il progetto di Formaper è il risultato della cultura/ambiente che accoglie ed alimenta il fenomeno imprenditoriale. In questo senso si qualifica l’attenzione verso gli aspiranti, i nuovi e i piccoli imprenditori, volta a favorire un diretto contatto di valori, e soprattutto di esperienza, tra il mondo di coloro che sono operativi e quello di coloro che aspirano a diventarlo.
Gli interventi di orientamento e formazione che Formaper organizza nelle scuole intendono aiutare i giovani nell’affrontare con atteggiamenti imprenditivi un momento fondamentale: il passaggio tra scuola e lavoro, che spesso viene affrontato con con-fusione di informazioni, strumenti digitali e punti di riferimento territoriali.
 

CCIAA Bolzano - Scuola - Economia

Il progetto della CCIAA di Bolzano in collaborazione con l'azienda speciale camerale "Istituto per la promozione dello sviluppo economico", prevede lo sviluppo di alcune iniziative tra cui la promozione delle conoscenze in materia di trasparenza economica e finanziaria delle imprese, elaborazione di materiale didattico volto a promuovere l'educazione alla legalità tra gli studenti delle scuole superiori dell'Alto Adige, tra cui la presentazione di un depliant appositamente predisposto : Business ethics in focus". Il  materiale è stato proposto ai docenti nell'ambito del sevizio "scuola-economia". Oltre al convegno "La regolazione del mercato per la legalità dell'economia" sono stati organizzati seminari e incontri formativi e informativi per tutte le imprese e le scuole interessate al progetto.

Business_ethics_ita_Bolzano

Business_ethics_de_Bolzano 

CCIAA Como - Legalità economica e autoimprenditorialità

L'Unità Regolazione e Tutela del Mercato della Camera di commercio di Como con l'ufficio Innovazione e l'Azienda Speciale Sviluppo Impresa ha costruito negli anni una serie di percorsi formativi ed orientativi destinati alle scuole primarie e secondarie, creando una forte relazione ed interconnessione con il mondo della scuola divenendo un partner forte nell'approccio ai temi della legalità economica e dell'autoimprenditorialità. 

CCIAA Como_Offerta formativa progetto scuole

Brochure Programma Legalità CCIAA Como

Locandina_Legalità_CCIAA Como

More Articles...