Articoli

Codice antimafia, approvata la legge.

Con una significativa maggioranza, è stato approvato il nuovo codice, che rafforza la disciplina per la lotta alla criminalità organizzata. Il disegno di legge prevede la velocizzazione delle misure di prevenzione patrimoniale e maggiore trasparenza nell’attività di contrasto alla mafia, definendo in modo più chiaro i poteri e i compiti dell’Agenzia per i beni confiscati. Le forze dell’Agenzia aumentano a 200 unità, sotto il controllo del Ministero dell’Interno. La riforma prevede anche una politica di gestione delle aziende confiscate, volta all’immediata assegnazione dei beni, che potranno essere devoluti anche ad associazioni. Inoltre, è stato stanziato un fondo per l’aiuto alla continuazione dell’attività dell’impresa e, dunque, al mantenimento dei posti di lavoro.