News

27esima Sessione della Commissione sulla Prevenzione del Crimine e la Giustizia Penale delle Nazioni Unite: 16 maggio 2018

Il 16 maggio 2018, a Vienna nell’ambito della 27esima Sessione della Commissione sulla Prevenzione del Crimine e la Giustizia Penale delle Nazioni Unite, la Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Organizzazioni Internazionali ha organizzato un evento speciale dedicato al tema dell’anti-corruzione nel settore privato.

L’iniziativa si inserisce in un progetto ideato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che aveva in precedenza fatto tappa presso le sedi di Oslo, Parigi (OCSE) e Washington DC. Il progetto si propone di promuovere le migliori pratiche di modelli organizzativi di prevenzione della corruzione adottati da imprese italiane operanti anche all’estero, in conformità con gli obblighi discendenti dalla normativa domestica e dalle convenzioni internazionali. In evidenza sono le sinergie tra istituzioni pubbliche, settore privato e società civile, in un percorso di affermazione  di un ambiente economico e sociale improntato a trasparenza, integrità e concorrenza leale.

L’approccio multi-stakeholder alla lotta alla corruzione è stato illustrato da Transparency International Italia (Virginio Carnevali, Presidente), dalle aziende SNAM (Marco Reggiani, General Counsel) ed ENEL (Eugenio Vaccari, Head of Compliance) – che aderiscono al progetto del Business Integrity Forum promosso da Transparency – e da Unioncamere (Flavio Burlizzi, Responsabile sede Bruxelles), mentre per il settore pubblico hanno partecipato il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale (Min. Plen. Alfredo Durante Mangoni) e l’Autorità Nazionale Anti-Corruzione (Prof.ssa Nicoletta Parisi). In apertura, è intervenuto John Brandolino, Direttore della Divisione Trattati di UNODC, l’Ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine, che è anche custode della Convenzione contro la Corruzione (UNCAC).

A Multi-Stakeholder Approach to Integrity in the Private Sector: the Italian experience

Comunicato stampa_Vienna 16_05_2018

 

 

Lucca - Progetto di educazione alla legalità per gli istituti scolastici

 

Educazione alla legalità è un progetto destinato agli studenti degli Istituti superiori, che ha l'obiettivo di  accompagnare i ragazzzi  in un percorso attraverso i valori  della legalità partendo e, mano a mano approfondendo, i temi della legalità nell’economia, nell’impresa, nel lavoro, nella circolazione e nell’uso del denaro, con l’obiettivo di sviluppare abilità comportamentali che consentano ai giovani di compiere consapevolmente scelte finanziarie quotidiane e di più lungo periodo

Attraverso questo percorso si vogliono trasmettere un bagaglio di conoscenze ed esperienze utili allo sviluppo di comportamenti responsabili, ispirati alla conoscenza e al rispetto della legalità.  Il progetto è stato realizzato assieme alle azioni del progetto Alternanza Scuola Lavoro, creando una relazione ed interconnessione con le istituzioni scolastiche con l'obiettivo di diventare partner nell'approccio ai temi della legalità economica e dell'autoimprenditorialità. 

 

L'iniziativa Percorso di educazione finanziaria finalizzato all’affermazione della cultura della legalità ha visto la realizzazioni di cinque incontri, proposti dalla Camera di Commercio di Lucca e organizzati in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca e Massa Carrara, e per i qualli sono state coinvolte alcune classi dell’ ITIS Fermi-Giorgi di Lucca e dell’ ISISS della Piana di Lucca - ITET Benedetti di Porcari.

L’evento finale  di chiusura del percorso, svoltosi il giorno 11 maggio 2018, ha visto la partecipazione di diverse autorità coinvolte nel percorso e ha affrontato i  principi di legalità e di cittadinanza, con l’intento di sensibilizzare i giovani ai temi della democrazia, della convivenza civile, dell’ordine e della sicurezza pubblica e stimolare gli studenti ad instaurare un rapporto consapevole e interattivo con le istituzioni. 

Leggi tutto

Transparency International:Noi Contro Le Mafie 2018 – Diario del 18 Aprile

Anche la terza giornata di "Noi Comuni e Cittadini Reggiani Contro le Mafie" è stata caratterizzata da una fitta serie di appuntamenti sparsi per diversi comuni della Provincia di Reggio Emilia.

Ad aprire la giornata è stato il Convegno dal titolo Tacere Non è più una Virtù. La legge sul whistleblowing e le tutele per chi denuncia la corruzione tenutosi nell’Aula Magna Manodori dell’Unimore.

La corruzione e la denuncia di essa hanno tracciato gli interventi degli altri diversi ospiti. Presente al convegno, anche il Presidente di Trasparency International Italia Virginio Carnevali che ha inquadrato i punti salienti della nuova legge, quella del whistleblowing appunto, che tutela i diritti e i doveri dei lavori che hanno il coraggio di denunciare.

Leggi tutto

More Articles...